3310 visitatori in 24 ore
 227 visitatori online adesso





destionegiorno
Stampa il tuo libro



Rita Minniti

Rita Minniti

Diceva Ungaretti: “la poesia serve a dare una scossa, un moto al cuore”. Si scrive per esprimere le emozioni, quello che l’anima ha dentro e non riesce a dare voce se non con i versi. Chi si affida ai versi lo fa per allontanare le inquietudini dall’anima e l’inevitabile scolorire della vita. Chi ... (continua)


La sua poesia preferita:
La mia pelle
Venne l’autunno
nel mio giardino,

a maglie strette.

Le foglie
si scucivano dal ramo
man mano il vento le...  leggi...

Nell'albo d'oro:
Un muto parlare
Eri silenzio,
il cielo disegnava
un arcobaleno,
poi le grida dei gabbiani
hanno svegliato la mattina.

Pioveva nel sole.

Arrivarono le ombre,
quelle che non si diradano,
e il tuo calore
si dissipò tra le tende
umide di pioggia.

Non...  leggi...

Sul passo taciturno
Il cielo piange,
ma non dirmelo stasera.

La luna
ha chiuso anche il sipario.

Non c’è più...  leggi...

Al mare di ieri
E' stato quando
sono scese le tenebre
e gli occhi al cielo
s'affidavano tremanti,
che non t'ho visto...  leggi...

Restami pensiero
Ricamo parole
raccolte agli angoli del vento
di pensieri rubati al cuore.
E mi affretto nel passo
quando a...  leggi...

Dell'assenza del tempo che ritorna
Verrà il giorno
che di sgomento
s'avvolgerà il respiro
e il vento
imbastirà parole amare.
Che di...  leggi...

Mentre il respiro vola in alto
Ti sento,
in questo disperdersi di nuvole,
nel muto orizzonte
dove ho rincorso scaglie di parole,
nel cieco...  leggi...

Di questo amore quanto amore
Di questo amore
quanto amore ho nella mente,
e del tuo passo,
che mi cammina nel respiro
su lenzuola bagnate di...  leggi...

Sei stato d'un istante
Sei stato d'un istante,
solo pensiero
ricamato dal destino,
che ha perso la sua strada.

Non sogno il sole,
ora che ho...  leggi...

Nelle sembianze di un angelo
T’ho visto apparirmi,
avvolto in veli d’organza
oltrepassando le nuvole
su un destriero con ali di sogni,
mentre...  leggi...

E mi ritorni ombra
E' sera.
E mi ritorni in un cielo
che si tinge d'ombra
e vorrei fuggirti.
Eri in un mio istante,
mentre t'avvicinavi...  leggi...

Figura di uomo
Mi sei venuto incontro
con la mano tesa,
stanca figura di uomo
dagli occhi tristi
senza più domani.

Tu
uomo...  leggi...

Se mai... anche solo per un istante
Se mi vuoi
seguimi,
raggiungimi.
Non cercare di ricucire
solamente brandelli di sogni
consumati dalla stanchezza.
Non...  leggi...

Goccia senza tempo
E mi confonde il tuo sguardo,
come la luna
quando è vicina
e mi sembra quasi di sfiorarla.
E mi sovviene il sapore...  leggi...

Dove la luce si è spenta
Se nel pianto
riuscissi a scorgere
sensazioni
perdute nel silenzio.

Se sentissi
il fuoco dell'esistenza
parlarmi...  leggi...

Lascia al tuo tempo
Scorreva il pianto
su rughe ormai rafferme.
Decisa hai pensato
di fermare il tempo.
Sbiaditi i tuoi contorni,
sorriso senza forma,
lontana giovinezza!

Un lifting
per ridare ai giorni
voglia di continuare.

Vita rinata
su quella pelle...  leggi...

A mia figlia
Quando senti nell'aria
il battito d'ali
d'una farfalla in volo
ascoltala in silenzio.

E' il mio pensiero
che vola...  leggi...

Scriverò per te
Scriverò per te
melodie
che sappiano incantare il cuore,
frasi che possano raggiungere
l'anima delle...  leggi...

Rita Minniti

Rita Minniti
 Le sue poesie

La sua poesia preferita:
 
La mia pelle (19/02/2014)

La prima poesia pubblicata:
 
Scriverò per te (08/12/2007)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Amica mia (18/02/2020)

Rita Minniti vi propone:
 A mia figlia (11/12/2007)
 Scriverò per te (08/12/2007)
 Goccia senza tempo (22/03/2009)

La poesia più letta:
 
Mi manchi (28/05/2009, 65535 letture)

Rita Minniti ha 17 poesie nell'Albo d'oro.

Leggi la biografia di Rita Minniti!

Leggi i 4257 commenti di Rita Minniti


Leggi i racconti di Rita Minniti


Autore del giorno
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019

Autore della settimana
 settimana dal 03/04/2017 al 09/04/2017.
 settimana dal 06/07/2015 al 12/07/2015.
 settimana dal 08/09/2014 al 14/09/2014.
 settimana dal 15/09/2009 al 21/09/2009.

Seguici su:



Cerca la poesia:



Rita Minniti in rete:
Invia un messaggio privato a Rita Minniti.


Rita Minniti pubblica anche nei siti:

RimeScelte.com RimeScelte.com

ParoledelCuore.com ParoledelCuore.com

ErosPoesia.com ErosPoesia.com

DonneModerne.com DonneModerne.com

Aquilonefelice.it AquiloneFelice.it




Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

L'ebook del giorno

Amore e ginnastica

La maestra Pedani e il segretario Celzani sono i protagonisti di questo breve e gustoso romanzo di un De Amicis inedito (leggi...)
€ 0,99


Questa poesia è pubblicata anche nel sito RimeScelte

Considerazione dell'autore
«Ricordi indelebili che restano nel tempo e che riportano il cuore ad anni ormai lontani.»
Inserita il 14/12/2010  

Rita Minniti

Poesia a tema sull'argomento 'Natale dell'infanzia'

Dove andranno i miei passi

Riflessioni
Dove andranno i miei passi
se fuori il cielo è terso?
Ma non resto a casa, non stasera.
Indosserò l'impermeabile nuovo,
mentre mi lascerò accarezzare
dalla neve e faccio un giro
sui passi dei miei primi natale,
che la mente mette a fuoco,
d'una infanzia che gioiva
al luccichio di sogni colorati.

Attraverso il viale
dove ho aspettato l'alba,
inutilmente lo stesso sole.
Le foglie a terra a ricordarmi
di anni che sono stati
una manciata d'ore volate via.

Troppo piccola
per guardare al giorno nuovo,
mi accartocciavo timidamente
attorno all'albero per una foto,
al fuoco scoppiettante del camino,
mentre ascoltavo favole
che rammento ancora.
E tu papà insieme a me,
a costruire con fervore casine e ponti
d'una vita immaginaria.
Lacrime di gioia
per la mia bambola preferita,
piovuta per magia,
dal sorriso acerbo dell'inverno.

E di quei natale
resta il ricordo d'un percorso
che non s'è mai arrestato nella mente,
adesso che sul tuo viso
s'è spenta l'allegria
chiusa in un silenzio senza fiato.

Io troppo piccola,
davanti alla vita per capire,
che c'era un prezzo da pagare
per una felicità
che inesorabile il tempo portava via,
dove la pagina d'un libro,
sfogliandosi da sola,
scriveva da sola goccia a goccia
la sua fine.


Club Scrivere Rita Minniti 19/12/2009 11:40| 11| 5201|


Hanno inserito questa poesia nei propri segnalibri: - Angela Rainieri - Rosy Marchettini
Possiamo elencare solo quelli che hanno reso pubblici i propri segnalibri.
Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
Se vuoi pubblicare questa poesia in un sito, in un blog, in un libro o la vuoi comunque utilizzare per qualunque motivo, compila la richiesta di autorizzazione all'uso.


 

I commenti dei lettori alla poesia:
Non ci sono messaggi nella bacheca pubblica dei lettori.
Scrivi il tuo commento su questa poesia
Sei un lettore? Hai un commento, una sensazione, un'espressione da condividere con l'autore e gli altri lettori? Allora scrivilo e condividilo con tutti!

Commenti sulla poesia Commenti di altri autori:

«Come invidio tutti quelli che d'inverno hanno la neve. Io purtroppo a Natale il bianco lo vede solo artificialmente. Comunque, questa poesia mi è piaciuta.»
Giorgio Lavino (19/12/2009) Modifica questo commento

«Com'è vero ciò che leggo. Da bambino non capivo mai lo sguardo serioso impenetrabile di mio padre, per me era festa ma non la sentivo mai veramente festa quando di sfuggita in terrore incrociavo il suo sguardo. Eppure avessi cinque figli io, non saprei come fare. Bella e condivisa.»
El Corripio (19/12/2009) Modifica questo commento

«non ne ho lette di migliori su un natale imbevuto di ricordi giovanili, a te va il mio applauso»
Enio Orsuni (19/12/2009) Modifica questo commento

«Bellissimi versi che racchiudono un velo di nostalgia di quei natali trascorsi da bambini quando l'innocenza faceva vedere tutto roseo e la gioia che si provava dell'atmosfera natalizia non aveva fine... molto apprezzata!»
Club ScrivereShelly Nicole Del Santo (20/12/2009) Modifica questo commento

«La prima strofa mette in evidenza il richiamo che quei posti in determinate situazioni fanno emergere i ricordi infantili dei tanti Natali passati felici con la propria famiglia. Una riflessione sui quei giorni che in una parte di vita più posteriore sembrano una manciata di ore. E poi come un film a fotogrammi, evocare l'immagine di se vicino all'albero, mentre con il papà si costruisce la città di plastica fantasticando sul proprio futuro, fino all'arrivo di quella bambola tanto desiderata. Non ci saranno più dei Natali come quelli, ora gli occhi sono diversi e lo possono vedere solo da quelli dei bambini. Sembra che l'infanzia sia un mondo incontaminato, un limbo felice, che non poteva conoscere le pagine avverse di una parte di vita.»
Maurizio Spaccasassi (20/12/2009) Modifica questo commento

«Ricordi intensi e nostalgici di natali trascorsi nell'armonia della famiglia e nell'innocenza di un tempo, quello dell'infanzia, volato via troppo in fretta...
Meravigliosa, piaciuta tantissimo.»
Club ScrivereAngela Rainieri (21/12/2009) Modifica questo commento

«Uno struggente percorso a ritroso, ad abbracciare ricordi di un'infanzia serena, quando si è piccoli si accetta la vita, semplicemente, così come ci appare, ignari di ciò che sarà,dei dì a venire...
Lo stile inconfondibile, i versi descrittivi, la struttura piena e armoniosa... tutto mi lasciava presagire, la firma di questa grande autrice!»
Antonella Scamarda (21/12/2009) Modifica questo commento

«ne esco commosso... tento commsso ed un commento a questa poesia sarebbe un niente, un niente poiché è una poesia davvero forte e immensa...»
alessio carlini (14/12/2010) Modifica questo commento

«L'equivoco iniziale (cielo terso e neve) conduce per mano verso un'atmosfera felliniana fatta d'attualità e rimandi a tempi più lontani fino a piombare nella prima infanzia, annullando anni, dolori, esperienze, per riappropriarsi dell'innocente meraviglia del presepio, della prima bambola, dei primi, confusi, sogni.
(Piaciuta)»
Benito Ciarlo (14/12/2010) Modifica questo commento

«Incantevole poesia. Letta con vero piacere. Complimenti.»
Paola Paolina Segatto (14/12/2010) Modifica questo commento

«Questa meravigliosa poesia me l'ero persa, ...poesia che mi ha molto, molto colpito perché mentre la leggevo ti vedevo bambina felice che guardava alla vita con stupore e meraviglia e... immagino la donna che sei oggi dopo le tante prove che la vita ti ha costretto a vivere e... innalzo una preghiera a Dio perché tu possa sempre conservare la stupenda anima che hai e ti dia la possibilità di ridere e ridere gioiendo per la vera felicità
Applausissimi e fiocchi rossi»
Club ScrivereRosy Marchettini (14/12/2010) Modifica questo commento

La bacheca della poesia:
Non ci sono messaggi in bacheca.

Scrivi le tue sensazioni su questa poesia
Hai una sensazione, un messaggio, un'espressione da condividere con l'autore e gli altri lettori?
Allora scrivilo e condividilo con tutti!

Amazon Prime

Link breve Condividi:


Pubblicate i vostri lavori in un libro

Volete pubblicare un vostro libro, un libro vero? Su carta, con numero ISBN? Con la possibilità di ordinarne copie a prezzo ridotto per voi ed i vostri amici?
Facciamo un esempio: se avete un manoscritto su file doc, docx, odt o pdf già pronto secondo i formati e le impostazioni standard (vedi specifiche) ed un bozzetto di una copertina con immagine a 300dpi allora vi possiamo già fare un esempio del costo con il nostro servizio editoriale base:
Libro di 120 pagine in formato "6x9" (15,24x22,86 cm) in bianco e nero e copertina flessibile opaca a colori pubblicato con il nostro servizio base: 50 copie a 149 euro, 100 copie a 266 euro, 200 copie a 499 euro, comprensive di stampa, iva e spedizione.
Per informazioni cliccate qui.
Attenzione: non tutte le opere inviate verranno accettate per la pubblicazione, viene effettuata una selezione



Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od una poesia

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .
Inserite la vostra pubblicità su questo sito: https://adwords.google.com/cues/7505CA70FA846F4C06E88F45546C45D6.cache.png

Copyright © 2020 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it